Chi siamo

Chi Siamo

La patologia neonatale è in continuo sviluppo con lo scopo di aumentare la sopravvivenza dei nati prematuri riducendo al massimo le possibili complicanze connesse alla nascita prematura. Caratterizzata da una costante evoluzione delle apparecchiature e delle tecniche assistenziali, necessita di un continuo aggiornamento da parte del personale medico ed infermieristico attraverso corsi specialistici, congressi e scambi culturali.

Perché l'Associazione Nati per Vivere?

L’Associazione si è costituita nel 1996 per iniziativa di un gruppo di genitori di bambini nati prematuri e di alcuni medici ed infermieri operanti nel reparto di Neonatologia dell’Ospedale Civile di Brescia con lo scopo di migliorare la cura e l’assistenza dei neonati e di fornire un’assistenza di carattere psicologico e materiale ai genitori attraverso un’opera di volontariato.

“Nati Per Vivere” è un progetto concreto, fondato sullo scambio etico-professionale e psicologico tra medici e familiari dei neonati. L’Associazione promuove il miglioramento dell’ assistenza ai bambini prematuri o che presentino patologie neonatali, sia attraverso la creazione di una struttura di appoggio che coadiuvi, consigli e sostenga la famiglia al momento della dimissione del prematuro dall’ospedale fino alla raggiunta stabilità ed autonomia, sia favorendo l’ aggiornamento scientifico e tecnologico all’interno del Reparto di Neonatologia dell’Ospedale Civile di Brescia, che accoglie bambini prematuri.

L’Associazione stimola la ricerca scientifica nel campo della neonatologia e delle problematiche relative allo sviluppo neuropsichico e motorio dei neonati a rischio.

Per la sua attività l’Associazione si avvale esclusivamente di volontari e raccoglie i propri fondi fra gli iscritti e da contributi pubblici e privati. Presidente dell’Associazione è il Prof. Bruno Verri, già primario del Reparto di Neonatologia dell’Ospedale Civile di Brescia. Sede dell’Associazione “Nati per vivere” è presso il reparto di Patologia Neonatale degli Spedali Civili di Brescia.